Il Servizio Sanitario Nazionale (SSN) assicura a chiunque di accedere alle prestazioni medico-sanitarie in forma gratuita o con un contributo (ticket). Il sistema sanitario italiano, alcune volte, non riesce a garantire tale accesso e si è costretti a rivolgersi alla sanità privata, che specie in alcune aree del paese è molto frequente. Tale pratica impone di uscire dal SSN comportando per il cittadino il sostenere in proprio tali spese.  L’art.

04

Gen 2022

Ente Bilaterale

 Le dinamiche legate alle relazioni industriali sono a volte così complesse che tendono ad escludere a priori la maggior parte delle imprese e dei professionisti dalla comprensione profonda di questi strumenti. Basti pensare alla tendenza ormai generalizzata nel redigere contratti collettivi nazionali di lavoro di centinaia e centinaia di pagine. L’elemento principale che scaturisce dalle relazioni sindacali è sicuramente l’ente bilaterale. Strumento di confronto costante tra le parti sociali, l’ente

 L’adempimento del conguaglio Irpef è utile a stabilire l’effettivo ammontare a saldo dell’Irpef dovuta dal dipendente all’Erario in funzione delle retribuzioni erogate dal datore di lavoro. La trattenuta Irpef al dipendente Ogni dipendente è tenuto a versare la quota Irpef su ogni retribuzione mensile. L’ammontare di tale importo è in funzione della retribuzione e dello scaglione Irpef di riferimento; Ogni datore di lavoro è tenuto a trattenere al dipendente la

  La tredicesima mensilità è un elemento economico che si aggiunge alla normale retribuzione, di norma viene erogata nel mese di dicembre. La tredicesima, ma anche la quattordicesima, è, pertanto una mensilità aggiuntiva di retribuzione erogata in favore dei lavoratori dipendenti privati e pubblici oltre che ai pensionati in corrispondenza della busta paga di dicembre.  La tredicesima mensilità matura durante il corso dell’anno e può essere pagata in unica soluzione, nel mese di dicembre e di solito prima

Al fine di contrastare il fenomeno del lavoro irregolare nel settore dell’edilizia, nel Decreto Semplificazioni (D.M. n. 143 del 25/06/2021), viene varato un nuovo sistema per la verifica dell’adeguatezza dell’incidenza del costo del lavoro nelle lavorazioni edili sia pubbliche, senza alcun limite di valore,  o private di importo superiore a 70.000 euro e restano escluse le aree territoriali colpite dagli eventi sismici del 2016, per quest’ultime bisogna fare riferimento a specifiche

è stato pubblicato in GU il Decreto Legge 146 del 21 ottobre 2021 recante “Misure urgenti in materia economica e fiscale, a tutela del lavoro e per esigenze indifferibili” con il quale, a decorrere dal 22 ottobre 2021, sono state introdotte nuove disposizioni in materia di sicurezza sul lavoro prevedendo la sospensione dell’attività in caso di violazioni degli obblighi, ovvero in caso di presenza di lavoratori “in nero” nella misura del 10% dei lavoratori presenti

Con il messaggio 14 ottobre 2021, n. 3495, l’Istituto Previdenziale fornisce chiarimenti in merito al requisito di inattività lavorativa per l’erogazione dell’assegno mensile di invalidità, di cui all’articolo 13 legge 30 marzo 1971, n. 118, come modificato dall’articolo 1, comma 35, legge 24 dicembre 2007, n. 247. La Corte di Cassazione ha affermato che l’inattività lavorativa non costituisce una mera condizione di erogabilità dell’assegno ma determina un elemento costitutivo del diritto alla prestazione. Dunque, lo svolgimento

Nel settore privato è in capo ai datori di lavoro l’onere dei controlli, quest’ultimi dovranno attrezzarsi in maniera da permettere l’accesso ai luoghi di lavoro solo a dipendenti muniti di certificazione green pass.  È, quindi, in capo al datore di lavoro, implementare la procedura d’ingresso dei lavoratori e sempre in capo al datore di lavoro impedire l’accesso a chi ne è sprovvisto. Dunque, dal 15 ottobre 2021 e fino alla

  Dal 01 gennaio 2021 la quarantena covid, che per il 2020 era stata equiparata a malattia, non potrà più essere soggetta allo stesso trattamento.  Messaggio Inps  Lo stesso Istituto con il messaggio n. 2842 del 6 agosto 2021 denuncia che “relativamente alla suddetta tutela non sono state previste ulteriori proroghe, considerato che il recente decreto-legge 23 luglio 2021, n. 105, all’articolo 9, ha apportato modifiche al solo comma 2-bis dell’articolo 26,

Con la legge delega 46/2021 approvata nello scorso 30 marzo è prevista la nascita dell’assegno unico, una vera e propria rivoluzione nell’ambito del panorama dei sostegni alle famiglie. In verità non si aggiunge, ma bensì, sostituisce una serie di sostegni attualmente in vigore, ben sei.  Era stata prevista la piena operatività dal prossimo 1 luglio, ma in queste ore il ministro per le pari opportunità e per la famiglia ha

A seguito dell’autorizzazione della Commissione europea del 18 febbraio 2021, l’Istituto previdenziale ha fornito le istruzioni operative per la fruizione dell’esonero contributivo denominato Decontribuzione Sud.  L’articolo 1, commi da 161 a 168, della legge 30 dicembre 2020, n. 178 (legge di bilancio 2021), ha prorogato l’agevolazione fino al 31 dicembre 2029.  Inoltre, si ricorda, che la decontribuzione Sud è soggetta alla normativa sugli aiuti di Stato definita dal quadro temporaneo

Il legislatore, vista la situazione socio-economica scaturita dalla pandemia Covid 19, onde evitare l’uso dello strumento del licenziamento dettato dalla situazione contingente, ha stabilito con il Decreto Cura Italia il cosiddetto Blocco dei licenziamenti. Tale blocco è stato, in seguito prorogato ben 3 volte fino all’ultima proroga che scadrà il prossimo 31 marzo 2021. Salvo eventuali proroghe, dal 1 aprile 2021 le aziende potranno ricorrere a licenziamenti individuali, plurimi o collettivi